Tag

vacanze

Navigazione

Caro Papà Imperfetto, oggi suona la campanella, anche per voi genitori! Un altro anno scolastico è passato, tra le fatiche dei compiti e i momenti ritagliati per godersi un po’ in famiglia. Sono sicuro che non sia stato una passeggiata, tanto per voi adulti quanto, e soprattutto, per i piccoli di casa. A scuola si apprende è vero, ma quando oltre che l’italiano e la matematica stai imparando anche a vivere, tenere insieme tutto non è sempre semplice. Rispondere ai modelli dei genitori, rispettare le richieste degli insegnanti, cercare la propria identità nel gruppo, capire un po’ più di se stessi: ecco quello che hanno fatto quest’anno i vostri figli, tra un gioco e un capriccio.  Ora però si apre un periodo diverso che mi piace pensare come di defaticamento fisico e psichico. Per questo,  cari genitori imperfetti vi auguro di riscoprire, in questa estate, i vostri figli, ma soprattutto voi…

Come vi avevo annunciato negli auguri di Pasqua, mi sono preso qualche giorno di stacco durante questo periodo di vacanza. ‘Staccare la spina’ tra le montagne ha avuto il grande valore di permettermi di fare un po’ di ordine tra i pensieri, di ri-centrarmi e di cambiare punto di osservazione. C’è stato spazio per svegliarsi con più calma, passeggiare al sole, ma anche godersi il semplice ‘stare a mollo’ alle terme. Insomma, un momento per fermarsi e respirare in silenzio e in ascolto. Ma… (già c’è quasi sempre un ma, ndr) mi sono accorto di quanto ci sia bisogno di saturare ogni spazio con le parole. Vi porto con me per un secondo: chiudete gli occhi e immaginate una vasca con idromassaggio all’aperto, che dà sulla valle e sullo sfondo le montagne innevate, più o meno al tramonto. Ecco, la situazione era questa. Che fareste? Io avrei cercato di godermi il…