Categoria

Psicologo in blue jeans

Categoria

Caro Papà Imperfetto, oggi suona la campanella, anche per voi genitori! Un altro anno scolastico è passato, tra le fatiche dei compiti e i momenti ritagliati per godersi un po’ in famiglia. Sono sicuro che non sia stato una passeggiata, tanto per voi adulti quanto, e soprattutto, per i piccoli di casa. A scuola si apprende è vero, ma quando oltre che l’italiano e la matematica stai imparando anche a vivere, tenere insieme tutto non è sempre semplice. Rispondere ai modelli dei genitori, rispettare le richieste degli insegnanti, cercare la propria identità nel gruppo, capire un po’ più di se stessi: ecco quello che hanno fatto quest’anno i vostri figli, tra un gioco e un capriccio.  Ora però si apre un periodo diverso che mi piace pensare come di defaticamento fisico e psichico. Per questo,  cari genitori imperfetti vi auguro di riscoprire, in questa estate, i vostri figli, ma soprattutto voi…

Come si sta su un palcoscenico? Per molti questa può sembrare una domanda assurda, la cui possibile risposta sta solo nell’immaginazione. E invece, ognuno di noi, ogni giorno, sta sul palco. Quale? Quello della propria vita. Non sto parlando di recitare un copione, come non essere d’accordo con la frase della canzone Nero Bali di Elodie, Michele Bravi e Guè Pequeno: preferisco il confronto, alle maschere. L’essere poco autentici, meno in contatto con le proprie emozioni e disconnessi dal reale vissuto degli altri crea una distanza incolmabile: ecco, questo è interpretare una parte, insomma una bella difesa. È innegabile, invece, che nell’essere noi stessi, inseriti in una fitta rete di relazioni reali e virtuali, siamo esposti alla visuale dell’altro. Sfido chiunque a non volere l’applauso alla fine: è una gratificazione, qualcosa che ci rinforza positivamente per quello che abbiamo fatto e anche per chi siamo. All’inizio ci sono i genitori, poi i…

Caro Psicologo in Blue Jeans, come stai? Questo è un periodo molto intenso per molti bambini e altrettanti genitori: fine scuola, gite, saggi, eventi e molto altro. Ne usciamo tutti un po’ stanchi. A volte capita che bambini, ormai grandi, vogliano ancora dormire nel letto con mamma e papà: Come ci dobbiamo comportare in questi casi? Ciao Papà Imperfetto, sei pronto per viverti questo venerdì… imperfetto? Come per i bambini, anche per me, quest’ultimo periodo è stato, ed è, molto intenso. Sono felice, però, di dedicare del tempo alla tua domanda e tornare a riappropriarmi di questo spazio virtuale. Un anno di scuola, allenamenti e impegni vari per i più piccoli e un anno di lavoro sulle spalle per i più grandi. Hai proprio colto l’essenza di questo periodo: stanchezza e nervosismo imperano. Ti propongo di seguirmi in un piccolo viaggio che ci servirà per trovare, insieme, la risposta alla…

Ciao Roberto, grazie per aver accettato il mio invito. Dopo averti visto in scena lo scorso anno, ho tantissime domande sul tuo personaggio che è molto particolare. Ma prendiamola un po’ alla larga: cosa rappresenta per te Georgie – il Musical? Al di là di una operazione coraggiosa di produzione, c’è l’aspetto umano. E qui devo ringraziare Brunella Platania (l’abbiamo incontrata qui) che mi ha fortemente voluto nel cast. Siamo poi al Teatro Sistina di Roma che è un grande privilegio e per me un grandissimo ritorno. Insomma, una grande gioia. Immagino che a questo si aggiungano anche tutti i significati e le tematiche che il manga giapponese porta con sé.  Assolutamente sì, le tematiche raccontate sono molto molto attuali, di cronaca stringente. Poi portiamo in scena qualcosa di molto caro alla mia generazione. Sono del 1983 e in TV da piccolino lo vedevo spesso. In sala ci sarà anche l’autore…

Caro Psicologo in Blue Jeans, questa settimana ti giro un dubbio che ho anche io molto spesso, soprattutto con la più grande. Un papà mi chiede come ci si debba comportare, quando i figli iniziano a “rispondere male”. Di solito avviene attorno ai 9/10 anni. Come dobbiamo reagire? Li sgridiamo? Li puniamo? Li ignoriamo? Ti prego, aiutaci tu! Caro Papà Imperfetto, inizio col dirti che i 9/10 anni sono un periodo di transizione per i bambini. La scuola primaria sta per terminare e ci si prepara a fare un piccolo salto in avanti nella propria crescita. Anche se non esplicitamente, tanto i genitori quanto la scuola rimandano ai bambini che qualcosa sta cambiando. E come avrai potuto notare con la tua grande, iniziano anche i primi e sottili cambiamenti fisici, che tra non molto saranno molto più evidenti. Soprattutto oggi, poi, c’è una più precoce adultizzazione del bambino e questo…

Caro Papà Imperfetto, oggi la domanda voglio farla io a te e ai tanti genitori che ci seguono. Quante volte vi chiedete se state facendo bene? Immagino quasi quotidianamente o, almeno, quando avete la possibilità di fermarvi a riflettere e spesso sarà quando c’è qualche contrasto in casa. Lì, dopo l’esplosione della rabbia, immagino i tanti pensieri che vi affollano la mente. Dove sbaglio? Cosa posso fare di diverso? Bene, voglio dirvi che è normale che questo accada, anche se questo non ne diminuisce il dispiacere. Essere genitori è una avventura dove le istruzioni sono solo di massima. Mi ricorda un po’ come quando prendi un mobile Ikea, leggi le istruzioni e già vorresti tornare indietro nel tempo e chiedere che te lo montasse qualcun altro. Ma tornare indietro non si può e quindi ti metti a seguire quelle indicazioni, ma poi qualche vite o qualche pezzo non si incastra…